Your world of Wpdance.com, Wpdance.com by WpDance

Home » Attualità » Montorio al Vomano: i “Progressisti Montorio” tornano a far sentire la propria voce

Montorio al Vomano: i “Progressisti Montorio” tornano a far sentire la propria voce

gianluca Set 18,2018 0 Comments


Montorio al Vomano. A 100 giorni dalle elezioni amministrative, il gruppo “Progressisti Montorio” tornano a farsi sentire su alcune questioni che ritengono fondamentali per il territorio:
“Rileviamo, soprattutto negli ultimi anni, un sentimento di sconforto dilagante per una ricostruzione post-terremoto che non dà segni di certezza né sui tempi, né sui soldi a disposizione ogni anno per la stessa.
Nessuno ha la bacchetta magica, ma bisogna agire, in collaborazione con tutti e con fermezza, nei tavoli di Fossa, per avere quello che spetta con urgenza a Montorio.
Il fallimento della stazione unica appaltante (la Provincia) che per procedure amministrative si è vista bloccare dall’A.N.A.C. il bando di progettazione del polo scolastico (la risposta dell’Autorità Nazionale arriverebbe “forse” ad aprile 2019), fondamentale per la sicurezza dei nostri ragazzi, necessita, a questo punto, di una presa di posizione pubblica da parte di tutti.
La conclusione del servizio di raccolta differenziata, che è già andata in proroga per un anno, non vede ancora un parere definitivo sulla procedura da seguire da parte dell’amministrazione (M.O.T.E.? o una nuova gara?) con il rischio che ad ottobre (scadenza dell’appalto) non avremo le indicazioni giuste per migliorare l’attuale servizio e ci troveremo a procedere mettendo a rischio anche i posti di lavoro degli addetti.
Le case popolari (gestione ATER) hanno in corso un finanziamento (del terremoto 2009) di circa 600.000€, che ha bisogno di un interessamento definitivo. Il sindaco (che ha tenuto per sé la delega alla ricostruzione) prenda un impegno concreto e dedichi tempo per sbloccare questa impasse che dura ormai da troppo tempo.
La situazione dei SAE e dei MAP richiede un’attenzione particolare in riguardo alla stesura di un disciplinare sia di comportamento, sia di interventi manutentivi e non, alle casette stesse, per impedire di creare una sorta di ghettizzazione dell’area.
I cimiteri: annoso problema montoriese. Sappiamo e condividiamo dell’annullamento del famigerato “project financig”, ma c’è la necessità di conoscere i tempi per la costruzione dei nuovi loculi e la programmazione a lungo termine degli stessi(informatizzazione, gestione, manutenzione, ampliamento ecc…).
Il personale comunale: coprire i posti e preoccuparsi dei pensionamenti futuri, il tutto merita un tavolo permanente per accelerare i processi di assunzioni.
La zona industriale: tutti hanno reclamato lo stato di crisi (come in VAL VIBRATA… con i dovuti distinguo) ma la situazione economica e finanziaria delle nostre aziende merita un’attenzione particolare anche in merito alle infrastrutture urbanistiche da fare (viabilità, asfalti, internet, ecc..). L’amministrazione comunale dovrebbe organizzare un incontro per capire lo stato delle aziende e la necessità di interventi pubblici.
Affronteremo un altro inverno con la consapevolezza di un comune che continua a spopolarsi (una classe di prima elementare in meno),di negozi che chiudono e di un continuo allontanarsi in altri luoghi dei nostri ragazzi laureati .
Potremmo continuare, ma ora non è più il tempo delle lamentele, bisogna affrontare e cercare di risolvere i problemi dei cittadini… i nostri problemi.
Crediamo, oggi più di ieri, che questo paese ha bisogno della collaborazione di tutta la sua classe dirigente politica, degli imprenditori, degli artigiani, degli operai, dei genitori, di tutti i montoriesi.
Non lasciamo che lo sconforto, la rassegnazione e la sfiducia prendano il sopravvento su di noi. Questo Paese può e deve rinascere e bisogna che tutti noi insieme ed uniti crediamo alla sua rinascita.
Continueremo a evidenziare e a porre in discussione le problematiche che ci verranno segnalate. Siamo a disposizione per tavoli programmatici o per qualsiasi altro contributo che ci verrà richiesto”.

233 Letture
Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Stumble ThisStumbleUpon This Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author