Your world of Wpdance.com, Wpdance.com by WpDance

Home » Comuni » Atri » Dissesto idrogeologico: 15 milioni di euro per 4 interventi nel teramano

Dissesto idrogeologico: 15 milioni di euro per 4 interventi nel teramano

gianluca Mag 21,2018 0 Comments


Presentati i primi quattro interventi – per un importo di 15 milioni di euro – previsti nel piano (di 39 progetti) programmato per ridurre il dissesto idrogeologico nell’area del sisma 2016/2017. Sono interventi pianificati, in particolare, per i dissesti che costituiscono pericolo nei centri abitati.
I Comuni beneficiari sono Campli (località Castelnuovo, 5.950.000 euro), Civitella del Tronto (località Ponzano, 3.500.000 euro), Atri (località Casoli, 4.550.000 euro) e Cortino (località Padula, 1.000.000 euro).
Al piano degli interventi, già approvato dalla Regione Abruzzo per un importo complessivo di 63 milioni di euro, sono stati aggiunti anche altri tre progetti, già finanziati con il secondo piano stralcio (ordinanza n. 56 del 10 maggio 2018): Comune di Pietracamela (170.512,87 euro), Comune di Castelli (1.851.460,80 euro) e il Comune di Farindola (411.700 euro).
“Abbiamo ottenuto fondi importanti per mettere in sicurezza il suolo colpito dal dissesto idrogeologico, con particolare riferimento alle aree penalizzate dal sisma e dal maltempo – ha spiegato il presidente della giunta regionale Luciano D’Alfonso -. Voglio sottolineare come, in questo terremoto, non solo vengono ricostruite le case e le strutture produttive danneggiate – osserva ancora D’Alfonso – ma viene affrontato il problema del risanamento idrogeologico e degli spazi di vita collettiva che hanno interessato le aree colpite dal sisma. Gli interventi programmati – conclude – serviranno a mettere in sicurezza i dissesti che minacciano i centri abitati”.
Il consigliere regionale delegato alla cultura, Luciano Monticelli, intervenuto alla presentazione, ha messo in evidenza come “la Regione Abruzzo è impegnata a programmare interventi straordinari a favore del Comune di Atri, interventi che sono finalizzati a ridurre il dissesto idrogeologico, come nel caso della frana attiva nella frazione di Casoli, oppure per il recupero del Duomo”. Alla presentazione ha partecipato anche il direttore dell’ufficio speciale per la ricostruzione Marcello D’Alberto (REGFLASH)

227 Letture
Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Stumble ThisStumbleUpon This Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author