Your world of Wpdance.com, Wpdance.com by WpDance

Home » Comuni » Bellante » Liberi e Uguali organizza due assemblee cittadine a Bellante ed Isola del Gran Sasso

Liberi e Uguali organizza due assemblee cittadine a Bellante ed Isola del Gran Sasso

gianluca Mar 01,2018 0 Comments


Nell’ultima settimana di campagna elettorale in vista del voto del 4 marzo Liberi e Uguali organizza a Bellante e ad Isola del Gran Sasso due appuntamenti pubblici per incontrare la cittadinanza ed illustrare programmi e candidature. Giovedì 1 marzo alle ore 20.30 presso il Palazzo Saliceti (salita San Giuseppe,4) nella frazione di Ripattoni a Bellante si terrà un’assemblea con i candidati LEU del collegio Teramo-L’Aquila Danilo Leva, Stefano Alessiani, Fabio Ranieri, Guido Iapadre, Rosaria Ciancaione e Marcella Fiorà in cui interverranno Stefano Ciccantelli (segretario provinciale Sinistra Italiana) ed Ennio Chiavetta (già sindaco, capogruppo di Bellante Bene Comune). Venerdì 2 Marzo alle ore 20.00 presso l’Hotel Insula (Borgo S. Leonardo strada 3,numero 78) ad Isola del Gran Sasso d’Italia si terrà l’incontro con i candidati teramani Alessiani, Ciancaione e Fiorà e il capolista nel collegio proporzionale alla Camera Danilo Leva con gli interventi introduttivi del segretario provinciale di Sinistra Italiana Ciccantelli e il consigliere comunale di “Sinistra per Isola” Enzo Di Pietro.
“Bellante ed Isola del Gran Sasso rappresentano due realtà con una consolidata tradizione di sinistra” – dichiara Stefano Ciccantelli – “tradizione sfilacciata negli ultimi anni dalle scelte sbagliate del Partito democratico ed è per questo che come Liberi e Uguali abbiamo il dovere di offrire un’alternativa ai tanti elettori senza casa”. “I due appuntamenti di giovedì e venerdì saranno l’occasione” – conclude Ciccantelli – “per riprendere il contatto con le comunità territoriali, presentare il profilo dei candidati ed argomentare circa i principali punti del nostro programma a partire da un grande piano di investimenti pubblici per creare occupazione e dall’abolizione del Jobs Act che ha ridotto i diritti dei lavoratori ed aumentato la precarietà”.

174 Letture
Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Stumble ThisStumbleUpon This Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author