Your world of Wpdance.com, Wpdance.com by WpDance

Home » Attualità » Pavone, Di Marco e Recchiuti hanno presentato una interrogazione sulla “Multopoli Rosetana”

Pavone, Di Marco e Recchiuti hanno presentato una interrogazione sulla “Multopoli Rosetana”

gianluca Feb 06,2018 0 Comments


I Capigruppo Enio Pavone di “Avanti X Roseto-Roseto al Centro”, Nicola Di Marco di “Liberalsocialisti-Insieme per Roseto” e Alessandro Recchiuti di “Futuro In” hanno presentato un’interrogazione a risposta scritta e orale avente per oggetto “Costituzione parte civile processo Comandante della Polizia Municipale Tarcisio Cava”.
Gli esponenti dell’opposizione di centro-destra premesso che a seguito della cosiddetta “Multopoli Rosetana” ed in particolare del gran polverone che sollevò, anche a livello mediatico nazionale, l’operazione che dal 10 ottobre al 12 dicembre 2013 portò l’allora Comandante della Polizia Municipale, Dott. Tarcisio Cava, ad infliggere da solo ben 1.023 multe ad altrettanti automobilisti e che la stragrande maggioranza dei multati presentò ricorso al Giudice di Pace, e che più di 500 di questi ricorsi si sono conclusi con l’annullamento dei verbali e con la condanna anche alle spese legali da parte dell’Ente, considerato che a seguito di quanto sopra il Comandante Cava si dimise dall’incarico e che è stato di nuovo nominato “Comandante della Polizia Municipale di Roseto degli Abruzzi “dal Sindaco, Sabatino Di Girolamo, che lo stesso Comandante Cava è stato rinviato a giudizio per la vicenda di cui sopra e che è opportuno che l’Ente si costituisca parte civile per il danno d’immagine ed economico che la città di Roseto degli Abruzzi ha subito da questa vicenda, oltre al disagio causato ingiustamente a centinaia di cittadini, tutto ciò premesso e considerato interrogano il Sindaco, Sabatino Di Girolamo, per sapere:
Se l’Amministrazione si sia già costituita parte civile o intenda farlo nei termini previsti dalla legge nel processo in oggetto;
Qualora ritenesse di non costituirsi parte civile di spiegarne le ragioni;
A norma di Statuto e di Regolamento si chiede risposta orale e scritta;
“Abbiamo presentato questa interrogazione anche perché, a giorni, inizierà il processo a carico del Comandante Cava e vogliamo conoscere le intenzioni dell’Amministrazione comunale” dichiarano i Capigruppo Pavone, Recchiuti e Di Marco che all’epoca della cosiddetta “Multopoli Rosetana” erano rispettivamente Sindaco, Assessore e Presidente del Consiglio Comunale della Città di Roseto degli Abruzzi.

170 Letture
Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Stumble ThisStumbleUpon This Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author