Your world of Wpdance.com, Wpdance.com by WpDance

Home » Attualità » Roseto: ancora polemiche sul verde pubblico

Roseto: ancora polemiche sul verde pubblico

gianluca Feb 02,2018 0 Comments


“Abbiamo scoperto, non senza un minimo di stupore, che per l’Assessore Petrini delle foto (ovvero un dato di per sé oggettivo) che testimoniano lo stato di incuria e di degrado di molte aree verdi cittadine altro non sono che il frutto di una “prospettiva politica non oggettiva” e quindi indegne di una sua risposta concreta e di un qualsivoglia intervento, quasi che fossimo stati noi a ricreare, dal nulla, quella situazione di degrado solo per immortalarla” sottolineano i dirigenti del Movimento Politico “Roseto al Centro”, il Presidente Maristella Urbini, il Segretario Toriella Iezzi, ed il Vice-Segretario Andrea Marziani in risposta allo sbrigativo comunicato diramato dall’amministrazione rosetana.
“Se non ci fosse di mezzo il decoro della nostra Città su questa vicenda ci sarebbe quasi da ridere, perché addirittura contestare delle immagini ci sembra grottesco, ma così purtroppo non è anche perché, alla faccia della sbandierata ed inefficace programmazione prevista e dell’annunciata Città sicura, pulita e curata, il degrado di molte aree è sotto gli occhi di tutti e certamente l’atteggiamento “strafottente” che l’Assessore continua a mostrare dinanzi ad ogni tipo di segnalazione, anche costruttiva, certo non aiuta, come si è visto anche nella recente vicenda relativa al parcheggio privato nei pressi della Scuola D’Annunzio” proseguono i dirigenti di “Roseto al Centro”.
“Noi comunque, nel nostro piccolo, pensiamo di essere riusciti a portare a casa un risultato con questa nostra denuncia fotografica, anche se a dire di Petrini…“di parte”. Infatti, uscito il nostro comunicato, è stata almeno liberata dalle potature la panchina del Parco Savini. Siamo certi che l’Assessore ci risponderà che non è stato merito nostro, ma che era un intervento programmato da tempo, ma a noi poco importa metterci al petto delle medaglie, quello che conta è che qualcosa si smuova per il bene della Città” concludono Urbini, Iezzi e Marziani. “Torniamo ad auspicare però una maggiore presenza dell’Assessore Petrini e di tutta l’Amministrazione in giro per il territorio, solo così si potranno rendere conto, con i loro occhi, del degrado in cui versano molte zona della nostra Città. A quel punto non avranno più bisogno delle nostre segnalazioni (a loro dire politicizzate) per capire in che stato di abbandono abbiano lasciato Roseto degli Abruzzi”.

237 Letture
Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Stumble ThisStumbleUpon This Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author