Your world of Wpdance.com, Wpdance.com by WpDance

Home » Comuni » Atri » Atri: corso Base per Educatore Ambientale “Conosci e comunica la natura”

Atri: corso Base per Educatore Ambientale “Conosci e comunica la natura”

gianluca Dic 23,2017 0 Comments


Atri. Il nuovo anno si apre con il Corso Base per Educatore Ambientale “Conosci e comunica la natura”, organizzato dal CEA della Riserva Naturale Regionale Oasi WWF “Calanchi di Atri”, in collaborazione con Comune di Atri, WWF Italia, Istituto Abruzzese Aree Protette con il patrocinio della Regione Abruzzo.
A partire dal 19 gennaio 2018, tutti i venerdì sino al 9 febbraio, prenderà il via il corso di formazione per “Operatori di Educazione Ambientale” strutturato al fine di reperire risorse umane che potranno essere di supporto alle attività che il CEA Calanchi di Atri, svolge sul territorio, attraverso una selezione pubblica per 20 aspiranti. Le lezioni si svolgeranno presso i locali del CEA Calanchi di Atri in via Colle della Giustizia – Atri (TE) e la domanda di ammissione scaricabile on-line su www.riservacalanchidiatri.it dovrà pervenire entro lunedì 8 gennaio ore 14.00 tramite mail a info@riservacalanchidiatri.it. L’obiettivo principale è quello di rendere i corsisti in grado di affrontare e promuovere le problematiche ambientali ed educative sulla base di una preparazione scientifica, metodologica e progettuale, motivo per cui tra i requisiti d’accesso indicati nella domanda di ammissione è richiesto il Diploma di Laurea di II Livello.
Al termine del percorso formativo ciascun partecipante avrà sviluppato competenze e conoscenze che gli permetteranno di operare nel campo dell’educazione e della comunicazione ambientale in un’ottica sistemica di progetti a medio/lungo periodo con competenze teorico-pratiche, intervenendo come mediatori costruttivi per il mondo della scuola e per il territorio. Il corso avrà una durata complessiva di 17 ore, con frequenza obbligatoria e gratuita ed è previsto la prova finale scritta con un laboratorio pratico.
L’attività didattica verrà svolta da esperti di settore come: Maria Antonietta Quadrelli Responsabile dell’Ufficio Educazione WWF Italia, Mariangela Passamonti per il settore pedagogia, il geologo Enrico Miccadei e il biologo Giovanni Damiani che seguiranno la parte progettuale e laboratoriale con il Responsabile del CEA Adriano De Ascentiis, e due interessantissimi focus, tenuti da Massimo Fraticelli “Il ciclo dei rifiuti e le energie rinnovabili” e Dante Caserta, Vicepresidente del WWF Italia “L’etica come principio base nel comunicare la natura”.
I CEA – Centri di Educazione Ambientale – istituiti dalla Regione Abruzzo con L.R. 122/99, nascono come un’opportunità di accrescimento in chiave “sostenibile” del territorio, affinché si possa avviare un percorso di reale sviluppo che abbia come obiettivo la tutela dell’ambiente. I vari Centri dislocati sul territorio si occupano di ricerca e documentazione, realizzando percorsi educativi, iniziative di formazione, materiali didattici e divulgativi ed eventi di promozione del territorio. La loro attività viene costantemente monitorata dagli organi del Sistema Regionale per una continua azione di qualità. Il CEA Calanchi di Atri, portato avanti con dedizione anche dai numerosi volontari del WWF, costituisce ad oggi un punto di riferimento unico nel territorio delle “Terre del Cerrano” in materia di educazione ambientale ed “educazione alla sostenibilità” per la cittadinanza, scuole, agenzie educative, enti locali e aziende intenzionate a trasmettere contenuti scientifici sani e corretti.
Oggi i CEA sono riconosciuti dal Ministero dell’Ambiente e da moltissimi enti locali, e costituiscono una delle realtà educative più diffuse e dinamiche del sistema nazionale, una strategia fondamentale per la sensibilizzazione e la consapevolezza del cittadino nei confronti del territorio in stretta aderenza con il PACC – Piano di adattamento ai cambiamenti climatici – promosso dalla Regione Abruzzo in linea con la strategia nazionale.
L’educazione ambientale è ad oggi un’esperienza educativa in campo, dinamica ed interattiva, che rispetto al metodo convenzionale ha un valore aggiunto importante: l’apprendimento diretto nella natura.

430 Letture
Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Stumble ThisStumbleUpon This Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author