Your world of Wpdance.com, Wpdance.com by WpDance

Home » Attualità » Promozione turistica di Roseto, le critiche di Pavone

Promozione turistica di Roseto, le critiche di Pavone

gianluca Dic 13,2017 0 Comments


“L’Amministrazione, piuttosto che pensare solo all’istituzione dell’imposta di soggiorno a Roseto degli Abruzzi, si dovrebbe attivare per far sì che quell’eccellente strumento di promozione turistica che è il portale www.visitroseto.it, che l’amministrazione che ho avuto l’onore di guidare ha realizzato e messo a disposizione della Città grazie alla rimodulazione di un finanziamento regionale e mediante la competenza e la professionalità del Dott. Giammaria De Paulis, torni ad essere un punto di riferimento per l’intera promozione del nostro territorio e delle sue ricchezze” dichiara l’ex primo cittadino rosetano, Enio Pavone.
“Francamente mi piange il cuore nell’apprendere dai giornali che quel sito web che siamo riusciti a far realizzare senza spendere soldi dei nostri cittadini è al momento inutilizzato perché manca un gestore che materialmente carichi i contenuti e si occupi del suo aggiornamento” prosegue Pavone. “Ritengo infatti che una località turistica come la nostra non si possa permettere questo immobilismo quando si parla di promozione del territorio, l’Amministrazione che ho guidato aveva infatti creato tutte le condizioni affinché il portale www.visitroseto.it diventasse, forte di una sinergia con gli operatori turistici e gli uffici comunali, una vetrina promozionale strategica del nostro territorio: il monocolore Pd che governa da un anno e mezzo questa Città ha invece bloccato tutto, senza riuscire a fornire una benché minima spiegazione” sottolinea l’ex Sindaco rosetano.
“Invito pertanto il primo cittadino e la sua Amministrazione a farsi un serio ed approfondito esame di coscienza perché la stagione turistica 2018 è alle porte e bisogna, da subito, attivarsi per risolvere questa grottesca situazione e adoperarsi immediatamente presso la Regione per avere la gestione diretta dell’Ufficio IAT, Ufficio Informazioni Turistiche, che al momento svolge solo orari d’ufficio ed è quindi chiuso il sabato e la domenica, nei giorni festivi e in orario serali, cosa assurda per una località turistica, e riavere la gestione diretta del Lido “La Lucciola”. Questi aspetti, fondamentali per un territorio a forte vocazione turistica, voglio sottolinearli ora, a dicembre, perché con l’andatura di questa Amministrazione sicuramente arriveremo, anche quest’anno, a scoprire che l’estate è iniziata, ma nulla è stato fatto per nessuna di queste tre problematiche. Mi auguro infine che possano essere riattivati gli Info-Point turistici e quei meravigliosi progetti di alternanza-scuola con l’Istituto “Moretti”, anch’essi frutto del lavoro della nostra Amministrazione e che purtroppo non sono stati riproposti nei termini in cui erano stati progettati – conclude Pavone – vedete, non basta andare a farsi le foto alle Fiere ed ai Festival di settore in giro per l’Italia per ottenere risultati, occorre invece lavorare tutto l’anno per il bene del turismo che rappresenta una fetta importante della nostra economia e non può essere usato solo per “fare cassa”, come i recenti vertiginosi aumenti della TARI purtroppo testimoniano”.

137 Letture
Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Stumble ThisStumbleUpon This Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author