Your world of Wpdance.com, Wpdance.com by WpDance

Home » Comuni » Montorio al Vomano » Montorio: situazione politica, parla Vincenzo Macedone

Montorio: situazione politica, parla Vincenzo Macedone

gianluca Nov 15,2017 0 Comments


Montorio. Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa dei “Progressisti Per Montorio” a firma di Vincenzo Macedone
<<… Dichiarazioni piene di inesattezze … e che dimostrano ancora di più l’incapacità di questa “nuova” classe dirigente del circolo di Montorio, ormai allo sbando completo … come lo struzzo infilano la testa sotto la sabbia per non vedere lo scempio in cui hanno ridotto il circolo. >>. Esordisce così l’ex segretario Vincenzo Macedone a seguito delle dichiarazioni dell’ingegner Domenico Barnabei pubblicate oggi. << Invece di fare un “mea culpa” e chiedersi perché 80 persone (tra cui il candidato sindaco e capogruppo consigliare, la consigliera comunale, il segretario e la segreteria) se ne vanno in blocco dal PD, preferiscono polemizzare e cercare di sviare il problema, che, ricordo, è la totale e assoluta mancanza del rispetto delle regole, dei regolamenti e dei ruoli, causa primaria della nostra uscita dal PD. Tra l’altro Barnabei (che si stupisce non si sa bene di cosa) non ha nessun ruolo dirigenziale nel circolo, almeno non ufficializzato fino ad oggi, quindi a che titolo parla? Le tessere riconsegnate e la richiesta di cancellazione dall’anagrafe degli iscritti riguardano sia tessere dell’anno 2016 (regolarmente inserite in anagrafe e quindi – di fatto – ancora tesserati del PD fino al 31/12) e rinnovi 2017. Barnabei era, insieme a me “commissario ad acta” per il congresso (tra l’altro un commissariamento fasullo e privo di motivazioni, come ampiamente denunciato nel corso di questi mesi), con possibilità di rinnovare o fare nuove tessere per il 2017, il suo mandato quindi era limitato alla fase congressuale e di fatto scaduto il 22 ottobre!! Peraltro dimostrano di conoscere poco, o affatto, il regolamento e lo statuto del partito di cui si fregiano di essere rappresentanti. La riconsegna delle tessere e la cancellazione dall’anagrafe degli iscritti sono stati chiesti nei modi stabiliti e agli organismi preposti alla cancellazione dei dati sensibili, cioè la federazione regionale e quella nazionale, che è titolare e gestore dei dati. Quindi mi chiedo … come fa Barnabei a definirsi “unica persona deputata a riceverle”??? Invece di chiarire altri aspetti ad esempio: come il PD di Montorio gestirà la situazione politica locale insieme all’amministrazione Di Centa e come si porranno i 4 amministratori tesserati PD in consiglio comunale? Faranno un gruppo PD? Faranno finta di non essere del PD? Parteciperanno ai direttivi come “membri di diritto” (art. 12 dello Statuto regionale)? O faranno finta di niente per non “dare troppo nell’occhio”? E il sindaco, finalmente, prenderà la tanto agognata tessera del PD? E poi i “nuovi” vecchi politici (come Di Giambattista ad esempio), in odore di candidatura a sindaco per le amministrative 2019, ritornati in auge dopo tre anni e mezzo di “silenzio”, come conviveranno nel PD insieme a Di Centa, Guizzetti e tutta la truppa SPF 1.0? Credo che questi siano interrogativi interessanti a cui chiediamo risposte.>>

 

253 Letture
Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Stumble ThisStumbleUpon This Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author