Your world of Wpdance.com, Wpdance.com by WpDance

Home » Comuni » Atri » Atri: no all’ampliamento della discarica

Atri: no all’ampliamento della discarica

gianluca Set 09,2017 0 Comments


articolo 1Atri. “Articolo1” si oppone al paventato ampliamento della discarica di Santa Lucia.
“È a dir poco paradossale prevedere un ulteriore ampliamento di una discarica adiacente a un sito di Interesse Comunitario e a una Riserva naturale che rappresenta un fiore all’occhiello per la nostra Città ed esercita un forte richiamo turistico.
A fronte del sacrificio sopportato dalla Città, i cittadini non hanno goduto di alcun beneficio.
I cittadini differenziano e riciclano i rifiuti, ma, anche da questa certosina attività, non ricevono benefici, se non indiretti; in tanti anni, infatti, non si è concepito un sistema premiale che incentivi i cittadini più virtuosi.
Inoltre non ci risulta che siano state operate bonifiche nel senso tecnico del termine, né sappiamo se si stiano accantonando le somme per le future, necessarie bonifiche. La discarica di Contrada Santa Lucia riceve rifiuti anche da fuori regione, ma neppure questo sacrificio ha prodotto benefici dal punto di vista delle imposizioni fiscali.
Se poi si continuerà a far conferire comuni non consorziati, il secondo ampliamento voluto dal Commissario, che noi combatteremo in tutte le sedi, si rivelerà ben presto insufficiente”.
Articolo 1, dunque, “biasima e stigmatizza l’iniziativa unilaterale del Commissario e, prima che si proceda oltre, chiede al Sindaco Astolfi di convocare urgentemente un’assemblea pubblica, con la presenza di tute le forze politiche locali, e associazioni ambientaliste, per discutere e approvare una linea e un documento comuni per scongiurare l’ulteriore ampliamento della discarica di Santa Lucia, attiveremo tutte le iniziative politiche e non, a tutti i livelli locali, regionali e nazionali, al fine di bloccare questo ulteriore scempio a danno di Atri. Se il Presidente D’Alfonso ha a cuore le sorti del nostro territorio, deve immediatamente revocare l’incarico al Commissario del Consorzio Piomba-Fino”.

315 Letture
Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Stumble ThisStumbleUpon This Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author